Norwegian skiing team 1 Rectangle.jpg

Uno scivolone e addio sogno

La nazionale norvegese di sci non avrebbe mai potuto scivolare così dolcemente sulla neve se non fosse stato per loro.

La maggior parte di noi non ha probabilmente mai visto una gara di sci da vicino se non in TV, ma, stando comodamente seduti sul divano, sfrecciare sulla neve sembra poco più che un gioco da ragazzi. Il merito di tanta velocità è però in buona parte anche degli eroi non celebrati della squadra di sci: gli addetti alla sciolinatura.
 
Beitostolen, Norvegia. A tu per tu con Knut Nystad, responsabile del team di sciolinatura. Il suo staff sta lavorando sodo all’interno del rimorchio appositamente allestito: sono in corso i preparativi per il campionato del mondo in programma a febbraio 2015. Tutto deve essere testato: aderenza, scorrevolezza e combinazioni chimiche ottimali.
 
Aspettative elevate
 
Il team inizia presto i preparativi. E i test sono numerosi e approfonditi.
 
"L’ambiente di lavoro è difficile, il viaggio è lungo, le giornate interminabili e le aspettative in termini di prestazioni decisamente elevate", commenta Knut.
 
E quindi prosegue: "Tutti si aspettano che gli sciatori norvegesi possano dominare le gare e conquistare le medaglie d’oro. Se questo non accadrà, come a Sochi, una delle prime cose a finire sotto processo saranno gli sci".
 
Per ottenere ottimi risultati occorrono team specializzati
 
Alcuni degli addetti alla sciolinatura sono direttamente responsabili degli sciatori. È loro compito allestire e curare gli sci, come anche testarli e sciolinarli prima delle gare. Spetta invece al responsabile dell’aderenza trovare i prodotti giusti – cere di base, nuove miscele, metodi o preparazioni – per garantire che gli sci offrano all’occorrenza la giusta aderenza. Naturalmente, anche la scorrevolezza è fondamentale e per questo aspetto è previsto un responsabile dedicato. Essendo un lavoro particolarmente complesso, il responsabile della scorrevolezza collabora con un assistente per individuare i metodi, le paraffine, le polveri e le miscele migliori.
 
Per poter ottenere risultati eccellenti, il team fa grande affidamento su buoni partner e materiali. Preparare e pulire circa duecento sci più volte nel corso di una stagione significa anche generare una grande quantità di rifiuti se non si implementano soluzioni ottimali. Potendo disporre in ogni postazione di panni per pulizia a basso speluccamento, panni umidificati e asciugamani di carta, il lavoro può essere svolto con la massima efficienza. Non si dimentichi poi che riuscire a evitare la confusione causata dall’uso di sostanze chimiche e garantire un ambiente di lavoro più salutare è fondamentale anche nei periodi di maggiore stress.
 
Tornando a Nystad, la sua responsabilità consiste nell’organizzare il team garantendo le migliori condizioni per il successo.
 
A prescindere dal risultato, si vincerà o si perderà tutti insieme.
 
Nel rimorchio attrezzato per la sciolinatura della nazionale norvegese di sci sono presenti molti prodotti Tork, tra cui i panni umidificati. Poiché il rimorchio in questione non dispone di un proprio sistema di approvvigionamento idrico, gli sciolinatori usano i panni umidificati per la detersione e la pulizia delle mani, facilitando la routine quotidiana. 

Potendo disporre in ogni postazione di panni per pulizia a basso speluccamento, panni umidificati e asciugamani di carta, il lavoro può essere svolto con la massima efficienza.

Knut Nystad

Tecnico responsabile per la sciolinatura della nazionale norvegese di sci di fondo